Il Laboratorio di Ematologia sostenuto dall'AIL Nuoro ha sequenziato il genoma del virus Covid.

Il Laboratorio di Biologia Molecolare del Reparto di Ematologia dell'Ospedale San Francesco di Nuoro ha sequenziato interamente il genoma del Coronavirus Covid, isolato dai pazienti risultati positivi. Il genoma è stato classificato e depositato come "SardiniaNuoro-COVID-28".E' stato spedito un articolo alla rivista "International Journal of Infectious Diseases" che descrive il caso clinico e le caratteristiche del virus isolato. Un nuovo proficuo risultato del Laboratorio sostenuto dall'AIL Nuoro, che lo ha dotato delle più moderne tecnologie, come il Sequenziatore di DNA di ultima generazione, del valore di 55 mila euro. Laboratorio che si avvale di personale altamente qualificato, tra cui la Biologa Dr.ssa Asproni (retribuita dalla nostra associazione, grazie ai proventi dei nostri generosi donatori) che ha contribuito all'analisi della sequenza virale.

Nella foto il Dr. Giuseppe Mameli Responsabile del Lab Covid, le Dr.sse: Maura Fiamma, Tatiana Fancello, le Dr.sse dell' Ematologia Giovanna Piras, Maria Monne, Rosanna Asproni.



















Il 19 giugno sarà attivo il #NumeroVerdeAIL.

Il 19 giugno sarà attivo il #NumeroVerdeAIL. Un team di ematologi sarà a disposizione di chiunque
voglia avere informazioni sulle malattie, sui Centri di trattamento e sui servizi svolti
dall’Associazione. Per saperne di più clicca qui
https://www.ail.it/eventi-e-manifestazioni/giornata-nazionale-ail/numero-verde-2020

17 giugno conferenza stampa AIL sul tema dei linfomi

Il 17 giugno, in occasione della #GiornataNazionaleAIL per la lotta contro leucemie linfomi e mieloma, avrà luogo la Conferenza Stampa in streaming dedicata al tema dei LINFOMI. Per maggiori info clicca qui: https://www.ail.it/…/giornata-nazio…/giornata-nazionale-2020
Link alla conferenza stampa, inizio ore 11.30:
https://www.youtube.com/watch?v=WYr035Xjlqs&feature=youtu.be
Inizio riproduzione registrata: minuto 14.

L'AIL Nuoro ha acquistato 1500 camici per il Reparto di Ematologia, grazie al contributo del Banco di Sardegna.

L'AIL, Associazione contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma di Nuoro, ha proceduto all'acquisto di 1500 camici sterili rinforzati e altri DPI per far fronte alle necessità del Reparto di Ematologia, grazie anche al prezioso contributo del Banco di Sardegna. Prosegue pertanto l'impegno ormai quasi trentennale della nostra associazione a favore dell'Ematologia dell'Ospedale S. Francesco di Nuoro, centro di rilevanza nazionale nella cura delle patologie ematologiche.

L'Ematologia di Nuoro si conferma centro per il trapianto autologo di cellule staminali.

Il GITMO – Gruppo Italiano Trapianto Midollo Osseo – e il Centro Nazionale Trapianti hanno confermato, anche per il 2020, l’ accreditamento nazionale dell’Ematologia di Nuoro come centro per il trapianto autologo di cellule staminali.
L’AIL Nuoro si congratula ed esprime il suo ringraziamento a tutto il personale del Reparto e del Laboratorio dell’Ematologia dell’Ospedale S. Francesco, eccellenze a livello non solo regionale ma nazionale. 
Reparto e Laboratorio che l’AIL Nuoro sostiene investendo ingenti risorse finanziarie nell’acquisto di apparecchiature (come il sequenziatore di DNA), camere sterili, arredi, borse di studio per medici, biologi, infermieri, istituendo un punto di ascolto psicologico gratuito, rimborsando convegni di studio, offrendo ospitalità gratuita per i pazienti e familiari, sostenendo i pazienti in difficoltà economica, acquistando DPI, ecc..
L’AIL Nuoro proseguirà come sempre il suo impegno e ringrazia tutti i suoi generosi donatori.


L'AIL Nuoro ha donato un Sequenziatore di DNA al Reparto di Ematologia.

L’AIL Associazione contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma di Nuoro ha donato, con i proventi della Manifestazione “Stelle di Natale 2018”, un Sequenziatore di ultima generazione del valore di circa 55mila euro al Laboratorio specialistico della UOC di Ematologia dell’Ospedale San Francesco di Nuoro.
Lo strumento di laboratorio  è un Sequenziatore modello GeneStudio S5, prodotto dalla Thermo Fisher Scientific.  Questa strumentazione completa e integra la dotazione del Laboratorio della UOC di Ematologia che potrà offrire prestazioni nel campo della medicina molecolare, permettendo di mettere in atto la “farmacogenomica personalizzata”.
Grazie al Sequenziatore GeneStudio S5 si possono “leggere” in tempo reale la presenza di mutazioni nella leucemia, con la possibilità di decidere in circa 48 ore quale trattamento somministrare al paziente.
Il macchinario permetterà di scegliere i farmaci più adatti in base al profilo genetico di ogni individuo, con un’ottimizzazione farmaco-economica e un risparmio per il sistema sanitario di estrema rilevanza.
L’AIL di Nuoro oltre ad aver arredato il Reparto di Ematologia dell’Ospedale S. Francesco di Nuoro, ne sostiene la ricerca del Laboratorio finanziando l’acquisto di attrezzature e la  partecipazione del personale medico e infermieristico a congressi e convegni di studio in Italia ed Europa.
Il Laboratorio è uno dei 10 laboratori di riferimento per la diagnostica molecolare delle leucemie acute in Italia e l’unico in Sardegna.
Ancora una volta l’AIL di Nuoro ha voluto sostenere il Reparto e il Laboratorio di Ematologia e aiutare i pazienti affetti da patologie ematologiche.


AIL Nuoro ODV

L’Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma del territorio di Nuoro, opera con un notevole impegno finanziario per:
Sostenere, in collaborazione con il Reparto di Ematologia dell’Ospedale S. Francesco di Nuoro, la ricerca e la cura contro le leucemie, i linfomi ed il mieloma mediante l’attivazione di borse di studio, l’acquisto di farmaci e garantendo la partecipazione del personale medico e infermieristico a congressi scientifici in Italia e all’estero;
Ospitare a titolo totalmente gratuito i pazienti e i familiari nella Casa AIL (link), la casa di accoglienza situata di fronte all’Ospedale S.Francesco di Nuoro;
Completare e arredare totalmente il Reparto di Ematologia, comprese le camere sterili e il laboratorio, dotato di tecnologia avanzata;
Sostenere i pazienti e le loro famiglie che ne avessero necessità, anche per cure e ricoveri in altre strutture della Sardegna o della penisola;

Assistere gratuitamente a domicilio, con un proprio infermiere, i pazienti della città e dei paesi del circondario seguiti presso il Reparto di Ematologia;
Fornire aiuto psicologico gratuito a pazienti e familiari.